Il Vescovo chiama, i consiglieri comunali accorrono

Comunicato stampa
24 marzo 2022

IL VESCOVO CHIAMA, I CONSIGLIERI COMUNALI ACCORRONO
L'UNIONE DEGLI ATEI E DEGLI AGNOSTICI RAZIONALISTI
ESPRIME UN PARERE SULL'INCONTRO DEI CONSIGLIERI COMUNALI CON IL VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE

«In un paese e in una città laica, le politiche sociali dovrebbero essere programmate in funzione di una vera inclusività, rivolta anche a persone che la Chiesa discrimina per orientamento e scelte in campo sessuale e procreativo»: con queste parole il coordinatore del Circolo di Pordenone dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, Loris Tissino, ha commentato, in un post nel blog nazionale dell'associazione, l'incontro del 21 marzo tra il Vescovo della diocesi di Concordia-Pordenone e i consiglieri comunali della città.

Secondo l'associazione non è scambiandosi consigli con «un’organizzazione non democratica, che nega la parità di genere, considera mandanti di omicidio donne e ragazze che decidono di abortire ed è nota per la pessima gestione degli abusi su minori» che si possono risolvere i problemi sociali, ed «è imbarazzante che una parte consistente dei consiglieri comunali della città abbia invece deciso di comportarsi altrimenti».

L'Uaar raccoglie ogni settimana gli atti che i rappresentanti delle istituzioni compiono venendo meno al loro dovere di rappresentanza laica dei cittadini, in una rubrica di "clericalate" nel suo sito nazionale. Nel 2021 la regione Friuli Venezia Giulia ha conquistato il non ambito titolo di "Regione più clericale d'Italia".

Ulteriori informazioni:

Il Friuli Venezia Giulai come regione più clericale d'Italia nel 2021:
https://blog.uaar.it/2021/12/23/la-regione-piu-clericale-dellanno-e-il-friuli-venezia-giulia/