Si vede dai numeri?

Si vede dai numeri?

Giovedì 6 dicembre, ore 20.30, presso il Circolo Uaar di Pordenone.

Si vede dai numeri? Come le statistiche possono mentire.
Introducono al tema e conducono la conversazione: Loris Tissino (docente presso l'ITSSE Mattiussi di Pordenone) e Diego Martin (informatico, space geek, attivista Cicap).

Si parlerà di numeri grandi e piccoli, statistiche, grafici, precisione, accuratezza, errori, bias legati a queste cose e molto altro.

I numeri sono ovviamente fondamentali in qualsiasi campo scientifico, ma può capitare che osservandoli e interpretandoli ci si autoinganni e si giunga a conclusioni sbagliate. Spesso vengono presentati in forme sintetiche e grafiche che ne possano distorcere la percezione: a volte questo viene fatto in buona fede, ma in alcuni casi si tratta di distorsioni volute. L'incontro ha lo scopo di presentare alcuni esempi significativi per incoraggiare la buona abitudine di riflettere su dati apparentemente oggettivi portati alla nostra attenzione.

Spesso si ha a che fare con numeri talmente grandi o talmente piccoli per cui può essere difficile fare comparazioni ed avere una buona percezione dei fenomeni. Si pensi ad esempio alle distanze interplanetarie, interstellari o intergalattiche, talmente vaste dall'essere difficilmente visualizzabili mentalmente. Oppure ai mesi di viaggio necessari per poter raggiungere semplicemente il nostro "vicino di casa" Marte, confrontati con le decine di migliaia di anni necessari per raggiungere la stella a noi più vicina, con le attuali tecnologie. Una buona divulgazione scientifica deve consentire di presentare esempi e rappresentazioni adatte a tutti e che siano valide e non distorte. Non è sempre facile, visto che alcune dimensioni e concetti sono davvero al di fuori della vita di tutti i giorni, ma in alcuni casi è possibile e giovedì proveremo a farlo.

Aggiornamento post-evento

Introduzione alla serata
Loris Tissino introduce la serata.

Pubblico in sala
Pubblico in sala.

Loris Tissino sull'argomento dei campioni possibilmente distorti.

Diego Martin sulla percezione errata delle distanze spaziali.

Pubblico in sala.